InStore Marketing e materiali POP: una nuova frontiera

Oggi si parla molto di InStore Marketing, considerato una nuova frontiera, ma in realtà si tratta molto semplicemente di sfruttare strumenti che abbiamo a disposizione da sempre in modo più cosciente. L’idea di “funnel”, così cara a chi si occupa di marketing, è stata applicata ai negozi fisici e sono emersi tanti modi per “convertire” il visitatore in cliente proprio a pochi metri dalla cassa, dove avviene la transazione finale. Gli strumenti del caso vengono chiamati “materiale POP” (Point Of Purchase, il negozio fisico) e si dividono in push e pull. Vediamo come si differenzino, partendo proprio dal pull.

Materiale POP pull: touche, espositori da banco e molto altro.

Per materiale POP di tipo pull si intendono tutti quegli oggetti che comunicano qualcosa sul prodotto senza di fatto essere fisicamente collegati ad esso. Non stiamo parlando di packaging dunque, il quale rientra nella categoria push, ma di tutte quelle immagini e testi che vengono veicolati all’interno del negozio per comunicare qualcosa al possibile cliente:  portascontrini, espositori da banco e cartelli da vetrina, tanto per citare i più comuni. Questo tipo di oggettistica non è nuova, noi di Cartongraf siamo specializzati in questo da più di 50 anni, ma vengono impiegati in un modo nuovo, più cosciente ed efficiente, per massimizzare le possibilità che chi entra nel negozio finisca proprio per acquistare.

Perché fare InStore Marketing?

Le funzioni che i materiali POP svolgono sono essenzialmente tre:

  1. Informare su eventuali novità o promozioni
  2. Dare visibilità a un determinato prodotto o brand
  3. Creare un legame fra prodotto reale ed eventuali contenuti digitali

Basta entrare in un punto vendita per realizzare quanto i materiali POP siano in grado di veicolare questi contenuti. Se ci sono eventuali promozioni in atto lo scopriamo subito da cartelli o espositori, i quali ci vengono anche in aiuto per capire meglio il prodotto esposto senza aver bisogno di un commesso. Chi compra lo fa per un motivo e se riusciamo ad informarlo delle buone ragioni per fare l’acquisto lo farà più volentieri. Inoltre, ora che le campagne promozionali si giocano su più livelli, questi materiali POP tornano utili per richiamare eventuali contenuti utilizzati per fare pubblicità sul web e in tv, come testimonial o slogan particolari.

Il revival della carta nel marketing non è solo un trend, quindi, ma l’evoluzione di tecniche che Cartongraf padroneggia già da decenni. Se sei interessato a questo tipo di attività, contattaci!