Due donne in un negozio di profumi

Le scatole dei profumi “seducono” sia le donne che gli uomini

Anche se molti consumatori, dal punto di vista razionale, ritengono che siano le caratteristiche e il prestigio di un profumo a guidare il loro processo d’acquisto, in realtà la scienza ha dimostrato che un ruolo altrettanto importante – seppur spesso a livello subconscio – lo gioca il packaging.

Due donne in un negozio di profumiAltro che mero “contenitore” che protegge il prodotto e ne rende semplice il trasporto e la collocazione sugli scaffali dei negozi: il packaging è molto, molto di più, e a questo scopo vale la pena di citare una ricerca condotta nel 2013 dalla dottoressa Magdalena Petersson McIntyre dell’università di Göteborg, pubblicata sulla rivista Culture Unbound.

L’autrice dello studio ha esaminato i comportamenti di uomini e donne mentre sono alle prese con la scelta di un nuovo profumo da acquistare, scoprendo differenze interessanti. Le donne, quando si parla di profumi di lusso, tendono a definirli come oggetti “di cui innamorarsi” descrivendo il packaging come una componente attiva nel processo di seduzione che invoglia all’acquisto.

Diametralmente opposto, in apparenza, è il comportamento degli uomini di fronte alle scatole dei profumi. Gli intervistati tendono infatti a sottolineare di non essere “sedotti” dal packaging ma al contrario di avere loro il pieno controllo della situazione. Tuttavia, secondo i sociologi, questo modo di fare tipicamente maschile cela in realtà una certa propensione di fondo a lasciarsi condizionare dalle caratteristiche esteriori di un prodotto.

Che gli acquirenti siano uomini oppure donne, sotto sotto ognuno di loro è influenzato dalle scatole in cui sono commercializzati i profumi: ecco perché il design e la ricercatezza del packaging non devono mai essere sottovalutati dalle aziende del settore.